norme qualità

La norma UNI ISO 9001 – Sistemi di Gestione per la Qualità – è entrata in vigore il 23 settembre del 2005 e specifica i requisiti necessari affinché un’organizzazione possa dimostrare la propria capacità di fornire con regolarità prodotti o servizi che soddisfano i requisiti del cliente e l’aumento della soddisfazione del cliente mediante il miglioramento del sistema stesso.

Questa normativa è suddivisa in dieci sezioni, le prime meramente introduttive e le successive divise per sezioni in base ai requisiti individuati per il Sistema di Gestione della Qualità. Vediamo insieme i campi di applicazione del Sistema di Gestione della Qualità.

Sistema di gestione della qualità ISO 9001verifica certificazione iso 9001

  • Contesto dell’organizzazione: contiene i requisiti per comprendere un’organizzazione al fine di implementare il SGQ al fine di identificare i problemi interni ed esterni, identificando le parti interessate e le loro aspettative.
  • Leadership: l’Alta Direzione deve essere strumentale nell’implementazione del SGQ, dimostrando interesse e attenzione al cliente stabilendo una politica per la qualità e assegnando ruoli e responsabilità all’interno dell’organizzazione.
  • Pianificazione: l’Alta Direzione deve occuparsi di pianificare il funzionamento continuo del SGQ, valutandone continuamente e in modo costante i rischi e le opportunità e identificandone obiettivi e piani per raggiungerli.
  • Supporto: riguarda la gestione e il controllo di tutte le risorse come quelle umane, gli edifici e le infrastrutture, con particolare attenzione al monitoraggio e alla misurazione delle conoscenze organizzative.
  • Funzionamento: comprende tutti gli aspetti operativi della pianificazione e della creazione del prodotto o del servizio, ponendo attenzione al controllo dei fornitori esterni, alla distribuzione e al controllo dei risultati.
  • Valutazione delle prestazioni: è necessaria per assicurarsi di monitorare assiduamente il corretto funzionamento del SGQ attraverso la misurazione dei processi e della soddisfazione del cliente.
  • Miglioramento: valutazione della non conformità dei processi e l’adozione di azioni correttive per stimolare e mantenere i miglioramenti. Si tratta della fase più importante e maggiormente valutabile.

Questa norma è pensata come base per la creazione di un sistema che assicuri la soddisfazione del cliente e il miglioramento in qualunque azienda, a prescindere dalla dimensione e dal settore.

I clienti, sapendo che un’azienda si affida a un ente certificatore ISO, non hanno bisogno di effettuare ulteriori verifiche: è proprio per questo motivo che la certificazione assume un ruolo così importante per far sì che l’organizzazione sia competitiva sul mercato.

 ISO 9001: i vantaggi

Quali sono i reali vantaggi nell’ottenere la Certificazione ISO 9001? Oltre a migliorare l’immagine e la competitività di un’azienda a livello internazionale, le aziende che hanno adottato questa linea hanno realmente ottenuto vantaggi in termini di costi ed efficienza.

Vediamo nel dettaglio tutto i miglioramenti che può comportare l’ottenimento del certificato ISO 9001.

  • Miglioramento dell’immagine e della credibilità: il cliente che vede che un’azienda è certificata da un organismo autorevole aumenta la sua fiducia verso un sistema certamente focalizzato sulla soddisfazione dei requisiti del cliente e sul suo miglioramento.
  • Miglioramento della soddisfazione dei clienti: gli SGQ sono finalizzati proprio all’individuazione e alla soddisfazione di requisiti e bisogni del cliente, aumentandone la fidelizzazione.
  • Completa integrazione dei processi: un approccio come quello della ISO 9001 non prende in considerazione esclusivamente i singoli processi all’interno della propria organizzazione, bensì le relazioni tra tali processi, al fine di identificarne aree di miglioramento.
  • Uso di decisioni basate sui fatti: basarsi sui fatti reali per prendere delle decisioni è il modo migliore per indirizzare meglio le risorse e correggere i problemi al fine di aumentare efficienza ed efficacia organizzativa.
  • Creazione di una cultura volta al miglioramento: un approccio di questo tipo spinge tutti gli attori dei processi all’interno dell’azienda a concentrare tutte le forze sul miglioramento delle dinamiche di cui sono direttamente responsabili.
  • Coinvolgimento delle persone: si tratta di spingere coloro che sono direttamente coinvolti nelle dinamiche aziendali a essere più responsabili delle loro forze per il miglioramento.

Certificazione ISO 9001:  come ottenerlanorme 9001

Esistono due Certificazioni ISO 9001: la prima è rivolta al Sistema di Gestione per la Qualità di un’azienda rispetto ai requisiti ISO 9001, mentre la seconda è la certificazione per le singole persone per effettuare le verifiche corrispondenti.

Ma qual è quindi la procedura che bisogna seguire affinché la propria sia un’azienda certificata? Innanzitutto bisogna implementare il SGQ sulla base dei requisiti ISO 9001: per fare questo è necessario incaricare un Ente Certificatore ISO 9001 riconosciuto per la necessaria verifica approvazione.

 

Una volta messi in atto tutti i processi e i procedimenti sarà necessario utilizzare l’SGQ per un certo periodo, al fine di raccogliere tutte le registrazioni necessarie per passare alle fasi successive: la verifica e l’esame del sistema utilizzato per ottenere la certificazione.

certificato iso 9001

ISO 9001: il ruolo dei certificatori ISO 9001

iso 9001 guide

Dopo aver raccolto tutta la documentazione necessaria e averla implementata, per conseguire la Certificazione ISO l’organizzazione deve completare le seguenti fasi:

  1. Verifica ispettiva interna: È fondamentale per verificare se tutti i processi del SGQ siano stati effettuati nel modo corretto e per assicurarsi che non vi siano problemi e debolezze che altrimenti rimarrebbero nascoste.
  2. Riesame della direzione: È una fase ufficiale per valutare i dati significativi in relazione ai processi del sistema di gestione al fine di prendere decisioni adeguate e assegnare le risorse.
  3. Azioni correttive: In questo processo, oltre a correggere gli errori, si documentano anche le azioni che sono state intraprese a tal fine.

A questo punto l’ente certificatore compie due azioni.

L’ esame della documentazione, che verifica che tutti i requisiti ISO 9001 siano rispettati: è una fase estremamente delicata perché di fatto implica la condizione necessaria per il rilascio della Certificazione stessa.

Verifica ispettiva principale, in cui si verifica che le attività dell’azienda siano conformi con la ISO 9001 e con la documentazione fornita, esaminando registrazioni, pratiche aziendali e tutto ciò che può risultare utile.