certificato HACCP

Il sistema più sicuro e diffuso per valutare i pericoli legati alla sicurezza igienica alimentare, controllarli e così tutelare il consumatore è il sistema haccp.

Scopriamo da vicino in quest’articolo che cos’è il certificato HACCP, che cosa implica possederlo e quali sono i vantaggi.

 

Certificato HACCP: che cos’è e che cosa offremanuale haccp esempio

HACCP è l’acronimo di Hazard Analysis and Critical Control Points, che tradotto alla lettera in italiano è ‘analisi dei rischi e punti di controllo’.

Tale analisi riguarda ogni fase del ciclo produttivo, che coinvolga gli alimenti, in tutti gli esercizi e industrie alimentari: dalla preparazione, trasformazione, fabbricazione, al confezionamento, trasporto, distribuzione con vendita o fornitura. 

Tale metodo si può dire strategico proprio perché non si concentra sull’analisi del prodotto finito, bensì sulla prevenzione dei rischi di contaminazione, chimici fisici o biologici che siano. 

Grazie al sistema haccp alimenti i clienti e i consumatori saranno al sicuro, perciò comprendiamo la sua importanza e necessità.

L’haccp si basa sull’applicazione di principi chiave.

Quali sono le procedure haccp?

  1. individuare i punti di controllo critici;
  2. monitorare e gestire tali punti secondo il manuale HACCP;
  3. controllare parametri quali temperatura, ph, tempo e varie;
  4. individuare i limiti critici di intervento e poi i livelli di sicurezza;
  5. pianificare gli interventi correttivi;
  6. definire le azioni di verifica;
  7. registrarle;

I vantaggi che si acquisiscono dalla certificazione h.a.c.c.p sono svariati.

Ad esempio esso è una prova dell’impegno e della serietà dell’organizzazione nel prevenire i pericoli igienico-sanitari. 

Le aziende haccp avviano un processo dei sistemi produttivi articolato e complesso, che sfocia poi anche nel sistema Qualità. Inoltre l’haccp è un forte alleato della certificazione ISO 22000 e della UNI 11584.

 

Sistema haccp nuova normativa

aziende haccpL’haccp, come si comprende da sopra, è una vera e propria disciplina proiettata sull’attenzione e sul miglioramento continuo, ma è fondamentale. 

Ai sensi della normativa attuale, ogni azienda e, anzi, ogni lavoratore nel settore alimentare (bar, ristorante, industria alimentare) deve rispondere ai requisiti haccp e possedere un attestato

La certificazione h.a.c.c.p infatti è obbligatoria: l’haccp nuova normativa cita ‘gli operatori alimentari devono assicurare che gli addetti siano controllati e abbiano ricevuto un addestramento e/o una formazione in materia di igiene alimentare in relazione al tipo di attività”.

Ogni attività deve possedere anche un manuale haccp, in base alle proprie specifiche esigenze, da consultare all’occorrenza: esso conterrà le linee guida necessarie per il monitoraggio e la prevenzione dei rischi alimentari da attuare mediante la compilazione di apposite schede di autocontrollo.

 A fornirlo dovrebbe essere proprio il titolare, dal quale è richiesta una conoscenza approfondita di tutti i punti critici e riguardo le procedure di sicurezza.

A questo punto la domanda è: come fare per acquisire il certificato haccp?

 

Haccp come si ottienepiano haccp pasticceria

Senza l’attestato di haccp non è permesso lavorare nel settore alimentare. Haccp come averlo? 

Per ottenere questo certificato è necessario frequentare un corso riconosciuto dal Regolamento Europeo 852/04 e 178/02.

Tra l’altro, in Italia l’haccp normativa, che è affidata a Direttive Regionali, distingue due tipi di formazione:

  • corso haccp livello 1: rivolto a tutti coloro che non manipolano direttamente gli alimenti, quindi ad esempio gli addetti alla vendita, al trasporto, i camerieri…
  • corso haccp livello 2: rivolto a coloro implicati direttamente nella manipolazione degli alimenti, quindi ad esempio barman, cuochi, panettieri, pizzaioli, pasticceri…

I corsi haccp si possono frequentare in aula, in presenza, o online.

Quelli in presenza li organizza la ASL, e sicuramente richiedono partecipazione e investimento maggiore proprio a livello di tempo. I corsi online, invece, validi tanto quanto quelli in aula, sono più flessibili, permettendo agli studenti di organizzarsi come meglio preferiscono in base alle proprie disponibilità, e talvolta hanno anche un costo economico.

 

Certificazione haccp costo

Se stai iniziando a lavorare nel campo alimentare o vuoi rinnovare il tuo attestato, contattaci subito per avere tutte le informazioni riguardo ai corsi e all’attestato corso haccp.

In media, ottenere un attestato costa tra i 20-50 €, una spesa di solito a carico dei corsisti, a meno che non sia l’azienda alimentare o la società stessa ad occuparsene, in quanto ritenuta prioritaria. 

Richiedi subito un preventivo gratuito e senza impegno: l’aggiornamento sulla normativa del 2017 ha aggravato le sanzioni pecuniarie e le multe in caso di mancato rispetto e adeguamento al sistema haccp.

L’attestato corso haccp ha una durata in genere di un biennio, al termine del quale si possono seguire dei corsi di aggiornamento. Tali corsi sono anche utili per tenersi al passo con novità e scoperte nel settore della salubrità e della sicurezza alimentare.