ISO 22005

Che cos’è la ISO 22005?

La norma ISO 22005 recepisce le norme relative ai ‘Sistemi di rintracciabilità prodotto alimentare’ e le applica a tutto il settore agroalimentare, comprese anche le produzioni mangimistiche.

Essa è poi chiaramente la base su cui viene redatta la relativa certificazione iso 22005: sistemi di rintracciabilità agroalimentari.

Il sistema di rintracciabilità del prodotto è un sistema che deve documentare la storia del prodotto e porlo nella filiera alimentare/mangimistica corrispondente.

Si tratta di uno strumento valido e una garanzia di impegno per raggiungere la sicurezza del prodotto alimentare stesso, perché se si verifica una non conformità a livello igienico-sanitario, è possibile risalire alla filiera dove si è originato il problema e ritirare il prodotto. In pratica, si segue il percorso di ogni lotto produttivo lungo la filiera, si raccolgono tutti i suoi dati e lo si rende rintracciabile.

L’utilità di tale norma per le filiere alimentari consiste infatti nel:

  • rispondere agli obblighi cogenti;
  • soddisfare le aspettative del cliente;
  • dimostrare e valorizzare le caratteristiche contraddistinguenti di un prodotto, come l’origine e le materie prime.

Perciò, la norma si costruisce sulla capacità dell’organizzazione di stabilire regole orientate alla: qualità, sicurezza alimentare e rintracciabilità.

Le filiere più sensibili alla uni en iso 22005 sono di certo la filiera dell’industria conserviera (pomodoro), di produzione dell’olio extravergine d’oliva per quanto riguarda il settore vegetale, e le filiere del latte per quanto riguarda il settore animale.

 

ISO 22005: i punti chiavetracciabilità alimentare normativa

Scopriamo nello specifico i punti chiave su cui si regge la norma:

  • obiettivi del sistema di rintracciabilità;
  • documenti per il sistema di rintracciabilità;
  • prodotti e ingredienti che devono essere rintracciati;
  • identificazione dei fornitori e dei clienti, e quindi della posizione che occupa l’organizzazione nella catena alimentare;
  • flussi di materiali;
  • informazioni utili da gestire;
  • procedure
  • documentazione
  • modalità di gestione della filiera stessa

 

ISO 22005: l’iter di certificazione

 L’iter per acquisire la certificazione iso 22005, che è lo stesso che noi di Certificazione.it applichiamo per tutte le certificazioni, prevede:

  • valutazione del livello di conformità dell’organizzazione rispetto ai requisiti e osservazioni per il raggiungimento della conformità;
  • verifica della conformità del Sistema di gestione rispetto ai requisiti;
  • emissione del certificato;
  • verifica annuale così da monitorare il mantenimento del Sistema di gestione;
  • rinnovo del certificato, allo scadere del triennio, poiché esso dura tre anni.

Siamo accreditati per la certificazione ISO 22005 e svolgiamo gli audit di rintracciabilità di filiera. Le verifiche sono condotte da personale altamente qualificato capace di gestire in maniera integrata i più importanti protocolli di Sicurezza Alimentare.

 

Vantaggi ISO 22005tracciabilità di filiera

Riassumendo, i vantaggi della certificazione di rintracciabilità di filiera, come già detto sopra, sono numerosi. 

Essa aggiunge un’assicurazione in più circa la cosiddetta Identity preserved di un prodotto, e di conseguenza tutela il cliente e il consumatore finale.

Secondo poi, tiene sotto controllo la produzione fase per fase e  facilita anche l’eventuale richiamo o ritiro del prodotto.

Identifica meglio ogni compito e responsabilità degli operatori della filiera.

Essa è anche uno strumento di comunicazione con le autorità pubbliche di controllo, rispettando sempre gli adempimenti legislativi riguardo l’igiene e la sicurezza alimentari. E inoltre, uno strumento di supporto dei Contratti di filiera regolamentati per Legge, di quelli volontari e dei cosiddetti Accordi di coltivazione.

Infine, aumenta il rendimento, le produttività e i guadagni dell’organizzazione.

 

Mentre la ISO 22005 si occupa nello specifico della tracciabilità di ogni prodotto delle filiere, la ISO 22000 è la certificazione che si occupa in generale di garantire la sicurezza alimentare, immettendo da parte delle organizzazioni e filiere alimentari solo prodotti sicuri, attraverso buone pratiche igienico sanitarie, e garantendo la tracciabilità lungo tutta la filiera. Le due norme si possono integrare. Scopri di più sulla certificazione ISO 22000 e contattaci per sapere come fare ad ottenere entrambe le norme.