Requisiti e protocollo sanificazione

Che protocollo aziendale bisogna seguire per effettuare sanificazioni ambientali certificate?

La nuova epidemia di Coronavirus (Covid-19), arrivata in Italia a febbraio 2020, ha imposto l’obbligo per la riapertura di uffici e locali commerciali della sanificazione. Il certificato della sanificazione deve essere esposto a fine lavoro. Severe sanzioni fino a 500€ per chi non si adegua alla normativa. Scopriamo come essere in regola con il protocollo aziendale di sanificazione ambientale!

tutte le ditte
di pulizie possono sanificare? No

Coronavirus

Non è sufficiente avere una ditta di pulizie in regola per poter effettuare le sanificazioni ambientali.

Nel modello SCIA della Camera di Commercio di Roma vengono distinte le attività che una impresa di servizi può effettuare:

La Sanificazione è la Pulizia + la Disinfezione + la Disinfestazione

Come ottenere la certificazione per sanificare?

Le attività di  sanificazione sono soggette ad una segnalazione di inizio attività (S.C.I.A.) che va presentata alla Camera di Commercio.  In seguito a questa segnalazione riceverete il codice relativo all’attività di sanificazione che volete certificare di aver svolto.

Inoltre lo svolgimento delle attività di sanificazione rimane anche subordinata al possesso di tutti i requisiti previsti dal D.M. 7/7/97 n. 274.

Non appena presentata la Segnalazione Certificata di Inizio Attività – S.C.I.A. – le imprese possono iniziare l’attività. Quali sono i requisiti necessari per ricevere le autorizzazioni per sanificare un ambiente?

Requisiti Morali

Richiesti al titolare dell’impresa individuale, ai soci o agli amministratori per le società:

Non essere stati condannati per i reati elencati nell’art. 2 della legge n. 82/1994

Non essere sottoposti a misure di prevenzione antimafia.

Requisiti economico-finanziari (richiesti all’impresa)

Regolare iscrizione all’INPS e all’INAIL di tutti gli addetti dell’impresa

Esistenza di almeno un conto corrente bancario

Assenza di protesti

 

 

 

Requisiti tecnico/organizzativi

il responsabile tecnico dell’impresa che intende esercitare l’attività di derattizzazionedisinfestazione e sanificazione, deve essere in possesso di uno dei seguenti titoli:  

  • Diploma universitario o laurea in materia tecnica utile ai fini dello svolgimento dell’attività

  • Diploma di scuola secondaria superiore conseguito in una materia attinente l’attività

  • Attestato di qualifica professionale attinente l’attività che si intende svolgere 

  • Assolvimento dell’obbligo scolastico assieme ad un periodo di lavoro di almeno tre anni in un’azienda del settore in qualità di titolare/amministratore, socio partecipante, collaboratore familiare, dipendente qualificato.

Requisiti economico/finanziari

Richiesti all’impresa:

  • Regolare iscrizione all’INPS e all’INAIL di tutti gli addetti dell’impresa

  • Esistenza di almeno un conto corrente bancario

  • Assenza di protesti

 

 

 

 

 

 

 

 

E SE LA VOSTRA AZIENDA NON HA I REQUISITI?

SE NON AVETE OTTENUTO IL CODICE NECESSARIO PERCHE’ NON AVETE I REQUISITI PER OTTEMPERARE AL PROTOCOLLO SULLA SANIFICAZIONE AMBIENTALE?

PER SANIFICARE UN AMBIENTE POTRETE EMETTERE FATTURA PER LA SOLA ATTIVITA’ DI PULIZIA E DISINFEZIONE SVOLTA, INDICANDO I PROTOCOLLI SEGUITI (STRUMENTI E DETERGENTI USATI) (STRUMENTI E DISINFETTANTI USATI o prodotti che rispettino le linee guida della circolare ministeriale del 22/02/2020 sul covid19).

RELAZIONANDO GLI INTERVENTI E CORREDANDO LA FATTURA DELLE SCHEDE TECNICHE E DI SICUREZZA DEI DETERGENTI E DISINFETTANTI IMPIEGATI .

Quanto costa il protocollo sanificazione ambientale?

Per le denunce di iscrizioni, modifiche di dati R.E.A. per società ed enti collettivi che esercitano attività disciplinate dalla L.82/94 il pagamento dei diritti di segreteria è pari a:

  • Euro 65,00 (per le domande presentate su supporto informatico digitale)

  • Euro 45,00 (per le domande  presentate in modalità telematica).

Per le denunce di iscrizioni e modifiche per imprese individuali e i soggetti solo REA che esercitano attività disciplinate dalla L.82/94 il pagamento dei diritti di segretaria è pari a:

  • Euro 27,00 (per le domande presentate in modalità telematica o su supporto informatico).

Certificazione ISO 9001

L’amministrazione ha  60 giorni di tempo per procedere alla verifica della segnalazione e delle dichiarazioni e certificazioni poste a suo corredo e, in caso di verificata assenza dei requisiti e dei presupposti di legge, per inibire la prosecuzione dell’attività, salva la regolarizzazione della stessa entro un termine fissato dall’amministrazione medesima.

N.B. l’Ufficio notifica all’impresa un formale provvedimento di rifiuto, totale o parziale, solo nel caso in cui NON si riscontri il possesso dei requisiti richiesti dalle leggi interessate.

Può essere nominato responsabile tecnico:

  • Il titolare di un’impresa individuale

  • un legale rappresentante di una società

  • un socio di una Snc anche non amministratore

  • un dipendente dell’impresa 

  • un collaboratore familiare.

Rivolgiti a un Ente Certificatore Riconosciuto a livello internazionale!